ISTITUZIONALE CONTATTO Staff Partners Accesso Medici Dove siamo Polo IRC Donna Polo IRC Sport IRC Art NOVITÁ TERAPIA DEL DOLORE PUBBLICAZIONI Che cos′è? La tomosintesi digitale della mammella è una tecnica di imaging tridimensionale che permette di ricostruire immagini volumetriche della mammella a partire da un numero finito di proiezioni bidimensionali a bassa dose, ottenute con angolazioni diverse del tubo radiogeno. La ricostruzione volumetrica, in linea di principio, consente di superare uno dei limiti principali dell’imaging bidimensionale, ovvero il mascheramento di lesioni (nel caso della mammella, masse, microcalficazioni, ecc), causato dalla sovrapposizione di strutture normali; quindi l’opportunità di dissociare piani diversi da parte della tomosintesi fa ritenere possibile una riduzione del numero di falsi negativi e di falsi positivi dovuti alla sovrapposizione. È intuitivo che l’elevato spessore può produrre su una superficie un “effetto di elevata densità”, anche se tra le strutture ghiandolari esistono piani di grasso più o meno estesi. In presenza di tali condizioni consegue la mancata o scadente visualizzazione e la “non percezione” delle lesioni espansive (masse e distorsioni) e delle calcificazioni, con errore significativamente più rilevante per le lesioni espansive in relazione al minor contrasto intrinseco. In virtù di una “nitida rappresentazione” in assenza di sovrapposizioni, la tomo sintesi è in grado di “rendere visibili” e/o meglio analizzabili nelle forme, nei contorni, nella disposizione e nel numero le lesioni “non rappresentate o mal rappresentate” dalla mammografia. Tomosintesi

 

© 2015 Istituto Radiologico Collegiata | ALL RIGHTS RESERVED
Developped by A B O Design & Project | SUIRA Group